Entra in contatto con noi

Analisi

Le riflessioni del Milan sull’attacco

Nonostante in rosa vi siano ben 3 centravanti (più Rebic e Leao), il ruolo di numero 9 rischia di avere un vuoto e di dover subire una sorta di ristrutturazione in vista della prossima stagione.

Pubblicato

il

Olivier Giroud (© Agenzia Fotogramma)

Al Milan si incomincia a fare i conti con un’emergenza attacco che da qui a giugno la dirigenza rossonera dovrà risolvere. Nonostante in rosa vi siano ben 3 centravanti (più Rebic e Leao), il ruolo di numero 9 rischia di avere un vuoto e di dover subire una sorta di ristrutturazione in vista della prossima stagione. Del resto, Zlatan Ibrahimovic compirà 41 anni fra pochi giorni e non rientrerà in campo prima di gennaio, Olivier Giroud di primavere ne ha 36 e Divock Origi, che pure anziano non è, non ha per ora fornito garanzie fisiche e, per inciso, non è neppure un bomber di primo pelo.

Futuro

Vero che Giroud si sta comportando come un bomber di altissimo livello, nonché come uno dei leader della squadra, e che Leao potrebbe diventare un attaccante da almeno 15 reti annuali, è altrettanto palese che guardando le carte d’identità delle punte rossonere, almeno un grande acquisto in quel settore in estate andrà fatto. Se l’obiettivo di Paolo Maldini e della nuova proprietà è quello di riportare il Milan a competere stabilmente in Italia e in Europa, tale traguardo non può prescindere da un centrattacco di primo piano, col solo Leao che potrebbe non bastare.

Lista

Difficile fare nomi al momento, così come da escludere è un reintegro in pianta stabile di Lorenzo Colombo che anche a Lecce sta faticando ad imporsi nonostante le ottime doti fisiche e tecniche. Un occhio di riguardo il Milan lo ha sempre per Gianluca Scamacca, nonostante il fresco passaggio dell’attaccante romano al West Ham per una cifra importante; la voglia della punta di tornare in Italia e in una squadra come il Milan, però, potrebbe riaprire il discorso. Occhio anche al giovanissimo danese Hojlund dell’Atalanta (classe 2003) che sembra aver letteralmente stregato Maldini, Massara e Pioli.

Clicca per commentare

Devi essere loggato per postare un commento Accedi

Lascia un commento

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità