Entra in contatto con noi

Analisi

Milan: segnali di risveglio da De Ketelaere

Pubblicato

il

L’acquisto più oneroso dell’estate 2022 del Milan, ovvero Charles De Ketelaere, non ha certo impressionato nei suoi primi mesi in Italia ed ha anzi perso il posto da titolare a favore del redivivo Brahim Diaz. Dopo un buon avvio, infatti, condito da belle giocate e un assist per Leao nella gara casalinga contro il Bologna, il trequartista belga ha pian piano smarrito la retta via, risultando spesso abulico, timido, quasi impacciato nelle giocate, di certo mai determinante come tutto l’ambiente milanista si attendeva. Certo, l’età e l’investimento fanno predicare calma, ma la sensazione è che De Ketelaere sia stata sinora una delusione.

Sprazzi di luce

I mondiali in Qatar, poi, non hanno di certo aiutato il calciatore del Milan, naufragato assieme a tutto il Belgio, fuori già al primo turno. La prima partita del 2023, però, ha fornito segnali incoraggianti perché a Salerno De Ketelaere ha giocato oltre mezz’ora facendosi vedere spesso ed entrando nel vivo del gioco. Nulla di eccezionale, per carità, l’ex talento del Bruges ha pure pasticciato col pallone fra i piedi in un paio di circostanze, ma l’impressione è che fosse comunque entrato in campo meglio del solito, più deciso. Ci vorrebbe un guizzo, un gol, anche casuale, per sbloccare un giocatore di cui certamente parleremo a lungo.

Clicca per commentare

Devi essere loggato per postare un commento Accedi

Lascia un commento

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità